Igiene dentale: i 10 cibi più dannosi e il decalogo per la salute

a cura di Giovanna Manna
data pubblicazione 24 Set 2011 alle ore 8:20am


Dopo ogni colazione, deve sempre seguire una corretta igiene orale, evitando di mangiare fuori pasto e riducendo il consumo di dessert e carboidrati, meglio aumentare, invece, quello di vegetali crudi e di latte. Si sa, le abitudini alimentari influenzano lo stato di salute generale, e pertanto anche quello orale.

Per questo, nella prevenzione della carie e dei problemi di erosione dentale, un’alimentazione adeguata è fondamentale. I carboidrati sono tra i principali artefici della carie, insieme alla flora cariogena, poi alla saliva, all’igiene orale e alle caratteristiche individuali.

Esistono inoltre, degli altri fattori, che sono dati dalle conoscenze, abilità manuale, educazione, ecc. Ed è proprio da qui che bisogna partire nella prevenzione della carie.

Infatti l’AIDI (Associazione Igienisti Dentali Italiani – Aiditalia.it) scenderà in campo, l’8 e il 16 ottobre, in 21 piazze italiane attraverso la campagna “Tutti in piazza sorridenti”.

Ebbene, secondo un recente studio, bere un litro di bevande gassate al giorno può causare la rimozione di un millimetro di smalto nel giro di pochi anni; pertanto, volendo fare un elenco di quali sono i cibi più pericolosi, possiamo indicarne almeno 10:

1. frutta, succhi e polpe di frutta (se con aggiunta di saccarosio)
2. bevande zuccherate acide, gassate (aranciata, cola, gazzosa e limonata)
3. bevande dolci con malto e soft-drink
4. zucchero e miele usati per dolcificare cibi e bevande
5. confetture di frutta, creme dolci (nutella)
6. caramelle e dolciumi (torrone, lecca-lecca, croccanti, ecc…)
7. cioccolato al latte e derivati
8. sciroppi e farmaci pediatrici zuccherati
9. alimenti confezionati (biscotti, merendine dolci e snack)
10. alimenti acidi: agrumi, ananas, mele, uva, fragole, aceto, vino, pomodori.

E tra i 5 fattori che contribuiscono all’azione dannosa degli zuccheri abbiamo:

1. elevato consumo
2. frequente assunzione dei carboidrati
3. adesività e viscosità dei prodotti alimentari
4. predisposizione orale individuale
5. scorrette abitudini alimentari (il consumare cibi dannosi, mangiare fuori pasto senza lavarsi i denti, ecc).

Ecco allora come proteggere e tutelare la nostra salute dentale:

1. diminuire la frequenza del consumo di zuccheri ed aumentare invece il consumo di verdure e fibre;
2. preferire i dolci con un ridotto contenuto di grassi ma con un maggior contenuto di carboidrati complessi, come ad esempio quelli da forno casalinghi;
3. evitare prodotti contenenti concentrazioni alte di zuccheri e appiccicosi come le caramelle gommose;
4. limitare i prodotti dolci da spalmare su pane e fette biscottate (come marmellate, miele e nutella);
5. evitare tutti gli alimenti ricchi di carboidrati (come le caramelle, che si sciolgono in bocca)
6. aspettare 25-30 minuti prima di lavarsi i denti dopo aver consumato cibi dolci e acidi (come agrumi, succhi di frutta, pomodori), questo perchè l’acidità, indebolisce lo smalto. Il consiglio è quello di consumare la spremuta d’arancia prima del latte o del the.
7. usare sostanze in sostituzione dello zucchero in dose limitata
8. usare gomme da masticare allo xilitolo
9. i genitori: dopo l’assunzione di farmaci orali zuccherati devo far sciacquare la bocca ai propri bambini
10. sottoporsi 2 volte l’anno a visite di controllo con sedute di igiene orale professionale