San Raffaele di Milano: i vantaggi della chirurgia non invasiva

a cura di Giovanna Manna
data pubblicazione 05 Ott 2011 alle ore 6:45am


Al San Raffaele di Milano, si pratica la chirurgia non invasiva grazie alla quale il malato può tornare in breve tempo alla sua vita normale.

Con questa tecnica, si evitano pertanto, le complicazioni post operatorie. Tra le tecniche più utilizzate abbiamo il Fast Track Surgery (FTS, percorso veloce in chirurgia) o la Enhanced Recovery After Surgery (ERAS, degenza veloce dopo chirurgia).

In Italia, infatti, uno degli ospedali specializzati in questo campo è proprio il San Raffaele di Milano, che grazie alle procedure ERAS da esso utilizzate, i tempi di degenza si sono ridotti del 30% (ossia in media da 6 a 4 giorni), e le relative complicanze non superano il 3 e il 5%, in quanto i pazienti presentano una condizione psicofisica post-intervento che è migliore rispetto al tradizionale intervento chirurgico.

Con l’uso di questi metodi, il paziente può mangiare prima dell’intervento e dopo, e nella fase post-operatoria rimettersi subito in movimento.
Con questo sistema, l’organismo del paziente scongiura pertanto le complicazioni dovute anche a cali di peso e ipotermie che spesso causano seri problemi nella degenza post-operatoria.