Emicrania: tra i sintomi odore di bruciato e di marcio

a cura di Giovanna Manna
data pubblicazione 19 Ott 2011 alle ore 8:10am


L’odore di bruciato e di marcio: è quello che immagina di sentire chi sta per avere un attacco di emicrania. Si tratta di un’allucinazione sensoriale che fa parte dell’aura che precede il dolore, più rara rispetto alle altre, ovvero quelle visive (date da flash o luci) e fisiche (da formicolii e torpori), che colpiscono il 30% delle persone con emicranie ricorrenti.

A fare tale scoperta un gruppo di ricercatori del Centro Montefiore sulle emicranie di New York. Ebbene, secondo questi esperti, un piccolo numero di persone sentirebbe alcuni odori insieme al mal di testa.

Matthew Robbins, coordinatore dello studio spiega che non è un sintomo comune ma è caratteristico. Su 25 casi segnalati di pazienti con mal di testa che avevano emicranie ed allucinazioni olfattive, gli scienziati hanno esaminato i dati di oltre 2.100 pazienti visti in 30 mesi, e da qui si sono accorti che 14 di loro, ovvero, circa lo 0,7%, presentavano lo stesso sintomo, prima dell’attacco.

Il più comune era dunque quello di odore di bruciato o di fumo di sigaretta, legno affumicato o popcorn bruciato. A seguire c’erano quelli di spazzatura e liquami. Solo dopo hanno rivelato di sentire profumi, come quello delle arance, o del caffè o di foie gras.