Se le vostre bambine sono ribelli la causa è del bisfenolo A

a cura di Giovanna Manna
data pubblicazione 26 Ott 2011 alle ore 8:38am


Il bisfenolo A, come già accennato in altri articoli, è una sostanza chimica molto diffusa nei paesi industrializzati: presente in tutti i cibi in scatola, nei prodotti dentali, nella carta termica degli scontrini e così via.

Ebbene, secondo un recente studio condotto da un gruppo di ricercatori della Harvard School of Public Health di Boston che è stato pubblicato sulla rivista Pediatrics, avrebbe rivelato che l’esposizione a questa sostanza, durante la gestazione può influenzare la psiche dei nascituri, ed in particolare delle nasciture.

Tali ricercatori hanno così analizzato i dati relativi a 224 donne e ai lori bambini raccogliendoli dal momento dopo la nascita e fino al compimento dei tre anni dei piccoli.

Da qui gli esperti, hanno evinto che le donne che erano state esposte a livelli elevati di bisfenolo A durante la gestazione presentavano anche un’elevata probabilità di mettere al mondo figli che, se di sesso femminile, a 3 anni avrebbero avuto la tendenza alla depressione ed uno scarso controllo delle loro emozioni.

Gli scienziati, poi, non hanno trovato alcuna correlazione significativa fra comportamento infantile e la loro esposizione al bisfenolo A durante la loro vita.