Quali sono i fiori che si possono mangiare?

a cura di Giovanna Manna
data pubblicazione 27 Ott 2011 alle ore 8:53am


Forse non lo sapete, ma esistono numerose specie di fiori che sono commestibili. Ebbene, esse si possono gustare in cucina, basta che siano spontanee o biologiche; in quanto non devono contenere pesticidi.

Vediamo allora quali fiori scegliere e come impiegarli in cucina.

La begonia è adatta nella preparazione di sorbetti, gelati e macedonie. La calendula, invece, possiamo usarla per condire pasta, risotti, zuppe e minestroni, mentre i garofani si possono utilizzare per preparare liquori, o come condimento per risotti o per decorare biscotti e dolcini.

I gerani, poi, sono molto gustosi nelle frittate, nei semifreddi, nella preparazione di sorbetti, vini, e liquori, ma vengono molto usati anche per accompagnare i formaggi.

I lillà sono adoperati molto in pasticceria per insaporire creme, gelati, dolci,yogurt e crostate.

Le rose, infine, si usano per le marmellate, le crostate, i cocktail, gli sciroppi, i liquori e per impreziosire insalate e risotti.

Allora che aspettate? Provate ad arricchire le vostre pietanze con questi deliziosi fiori!