Il tasso di disoccupazione a settembre è salito all’8,3% rispetto all’8% di agosto, posizionandosi così, secondo i dati Istat, come ai livelli del novembre 2010.

Sale anche il tasso di disoccupazione giovanile (15-24 anni), passato a settembre al 29,3% dal 28% di agosto. Un dato così non si aveva da gennaio 2004.

Tale tasso, risulta dunque in aumento di 0,3 punti percentuali sia rispetto ad agosto che rispetto all’anno precedente. Il tasso di disoccupazione maschile aumenta di 0,3 punti percentuali nell’ultimo mese, arrivando pertanto al 7,4%.

Anche quello femminile non è da meno, si rileva un aumento della stessa entità attestandosi 9,7%. Rispetto all’anno prima, il tasso di disoccupazione maschile sale di 0,2 punti e quello femminile di 0,3 punti percentuali.

Il tasso di occupazione, invece, si arresta al 56,9%, in diminuzione nel confronto congiunturale (-0,2 punti percentuali) e in termini tendenziali con (-0,1 punti percentuali).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.