Un cuore artificiale di ultima generazione, è controllabile via Internet, infatti permette di monitorare in tempo reale e a distanza le condizioni del paziente e conseguentemente anche il funzionamento della pompa che supporta il cuore malato.

Tale congegno, è stato impiantato per la prima volta in Italia all’Humanitas di Rozzano (Milano) da una equipe medica diretta da Ettore Vitali, responsabile del Dipartimento Cardiovascolare.

Il paziente, in cui è stato impiantato questo cuore artificiale, è un uomo di Novara di 65 anni, che sta bene ed è già tornato a casa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.