Alcuni test condotti da ricercatori delle Università di Chieti e di Ancona sono riusciti ad identificare cinque particolari difetti genetici la cui contemporanea presenza nel Dna sarebbe in grado di predire nell’82,4% dei casi la possibilità di avere un ictus, indipendentemente dalla presenza degli altri classici che rappresentano dei fattori di rischio come: diabete, ipertensione, ma anche dislipidemia, e fumo di sigaretta.

Ebbene, secondo questi esperti, d’ora in poi sarà possibile sapere semplicemente con un test genetico se si è predisposti o meno all’ictus e quindi avere la possibilità di sottoporsi a trattamenti per ridurne il rischio in modo preventivo.

2 pensiero su “Test del Dna può stabilire se si è a rischio di ictus”
  1. Per favore ho letto dell’ottimo risultato che la ricerca ha ottenuto in merito hai 5 difetti genetici indicatori dell’ictus, però non so dove si possono fare e come si chiamano. Resto in attesa di una Vs. risposta, tante grazie, Billi M.

    1. Salve,
      per ora sappiamo soltanto, che i test in questione sono stati fatti presso le Università di Chieti e di Ancona. Al momento non si sa ancora come si chiamano e se questo tipo di esame è già usato, se a breve sarà possibile farli anche in altri centri o soltanto in questi indicati. Qualora dovessero essere rese note altre informazioni, non esiteremo a pubblicarle.
      Grazie a lei, saluti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.