Roma: tornano i capolavori del Louvre con la mostra “I Borghese e l’Antico”

a cura di Giovanna Manna
data pubblicazione 07 Dic 2011 alle ore 10:35am


Si tratta di 60 opere classiche che si dividono fra statue, vasi e rilievi, quelle che verranno esposte a Roma, presso la Galleria Borghese, così com’erano presenti nella Villa ai tempi del ‘600 e ‘700.

Ebbene questa esposizione rappresenta lo splendore della casa, le cui opere, all’inizio dell’Ottocento, furono cedute a Napoleone per 13 milioni di franchi. Da allora per la prima volta una selezione di quelle opere “torna a casa”, ovvero repliche romane di originali greci.

La mostra, è curata da Anna Colina, Marie-Lou Fabrega Dubert, Jean-Luc Martinez e Marina Minozzi e organizzata dalla Sopraintendenza per il Patrimonio Artistico, e allestita presso la Galleria Borghese.

E’ mostra filologica, nonché il risultato di un lungo studio che ricolloca le opere nel loro ambiente originale nonché nella loro sistemazione del tempo, ma in momenti completamenti diversi.

La Galleria Borghese è ricca di opere che sono stratificate nel tempo e secondo la curatrice Fabrega Dubert rappresentano “il materiale preso in considerazione che si limita ai soli materiali d’arte antica, e per questo vennero escluse le opere moderne del Bernini”.

Ebbene per distinguerle da quelle presenti e per dar loro un maggiore risalto, tali opere d’Oltralpe sono state posizionate su basamenti di color verde con modanature chiare. Secondo i curatori infatti, si tratterebbe questo di un esercizio di stile che inviterebbe alla riflessione, in particolar modo a pensare alla costituzione di un grande museo-galleria qual è quello Borghese per l’appunto, uno dei più grandi al mondo.

Al piano terra, trova spazio la sistemazione del ‘700, mentre al primo piano quella del ‘600 con, la ricollocazione nella sala 5 di alcune opere come l’Ermafrodito dormiente, che fu restaurato dal Bernini, il ritratto di Lucio Vero e il famoso Vaso Borghese. Le Danzatrici e le Sacrificanti tornano a fronteggiarsi nel salone d’ingresso mentre nella Grande Galleria ritrovano posto i quattro busti di Marco Aurelio, Diana con Venere marina e quella Vincitrice. Queste solo alcune delle opere che verrano esposte nella Villa.

La mostra sarà esposta dal 7 al 12 dicembre, per accedere è necessaria la prenotazione allo 06.32810 con un ingresso di euro 13,50.