E’ stato ottenuto un anticorpo contro il virus dell’Aids, ricavato da piante di tabacco geneticamente modificate, che si sono rivelate molto efficaci per produrre a basso costo biofarmaci capaci di contrastare il virus dell’HIV.

Questo è stato possibile, grazie ad uno studio che è stato condotto da ricercatori italiani e che rientra nel progetto europeo Pharma-Planta nonché alla collaborazione tra Consiglio nazionale delle ricerche, Enea e Università di Verona.

Ebbene, se si utilizzano le piante geneticamente modificate di tabacco, si ricava un anticorpo umano capace di neutralizzare ad ampio spettro molti isolati del virus HIV-1, divenendo così strategico per ridurre la diffusione del virus in tutti quei paesi più poveri che sono stati colpiti dall’infezione.

In questo caso, la quantità di farmaco prodotta è stata sufficiente per la sperimentazione clinica, avviata a giugno 2011 in Gran Bretagna dall’Università del Surrey.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.