Natale: da candele a decorazioni sono rischiose per i bambini

a cura di Giovanna Manna
data pubblicazione 19 Dic 2011 alle ore 8:55am


Ormai le case degli italiani, si sa, sono già tutte già addobbate a festa per il prossimo Natale. Eppure, dicono gli esperti, non tutti sanno, che le candele ad esempio, se utilizzate in grande quantità, proprio durante il periodo natalizio, sono capaci di liberare nell’aria delle particelle inalabili composte da metalli pesanti a base di cadmio, ma anche di piombo, monossido di carbonio, derivati degli idrocarburi che possono portare nei bambini, soprattutto nei più sensibili, reazioni allergiche, oppure bronchiti asmatiche o anche delle vere e proprie manifestazioni di asma.

Lo stesso discorso, varrebbe per gli alberi artificiali, ovvero quelli senza marchio CE, in quanto essi sono realizzati in materiale plastico inquinante abbinato poi a vernici dalla composizione sconosciuta che possono anche rilasciare nell’ambiente dei veri gas o altre sostanze volatili dannose.

Ma non è tutto. Pare, infatti, che anche quelle che sono delle decorazioni naturali, possano creare qualche serio problema. Ad esempio, l’ingestione accidentale delle foglie delle stelle di Natale o di altre bacche,che può portare a dolori addominali e a vomito, ma anche a delle aritmie o addirittura a crisi convulsive.

L’avvelenamento rappresenta senz’altro una delle cause più diffuse di emergenze pediatriche e causa di un’alta percentuale di afflusso al pronto soccorso. I bambini più esposti ad intossicazione sono sicuramente i bambini tra il primo e il quarto anno di età, in quanto sono più inclini ad esplorare il mondo che li circonda.

Quindi.. tenete gli occhi aperti soprattutto, durante le feste!