Sono almeno due le banche di caratura mondiale che “hanno già preso delle misure” per ritornare ad effettuare transazioni nelle vecchie valute della zona euro tra cui lira, dracma ed escudo. A scriverlo è il Wall Street Journal citando fonti dettagliate.

Le banche in questione sembra che abbiano già contattato Swift, l’azienda belga che gestisce i sistemi per le transazioni finanziarie internazionali, per avere tecnologia e codici necessari.

Così un portavoce di Swift ha confessato al quotidiano finanziario che l’azienda è pronta per fare tutto ciò che sarà necessario per garantire il regolare svolgimento delle transazioni, ma che comunque “non è il caso di fare commenti su questioni specificamente legate alla zona euro”.

Pertanto, secondo quanto è stato dichiarato dal Wall Street Journal, le banche stanno analizzando tutti gli aspetti del possibile impatto che avrebbe l’uscita di uno o più paesi dalla zona euro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.