Herpes genitale: un virus che si riattiva periodicamente

a cura di Giovanna Manna
data pubblicazione 07 Gen 2012 alle ore 7:40am


L’Herpes simplex, causa principale della diffusione delle fastidiose e dolorose lacerazioni a bocca e genitali conosciute semplicemente come Herpes, potrebbe essere più difficile da debellare di quanto si pensi.

Un recente studio condotto dai ricercatori statunitensi del Dipartimento di Medicina ed Epidemiologia dell’Università di Washington, pubblicato su Lancet metterebbe così in risalto che può trattarsi di una “epidemia globale“.

Secondo una stima, si parlerebbe del 20% della popolazione europea e degli Stati Uniti ad esserne stata affetta almeno una volta dall’Herpes simplex. Da qui si apprende, così che il virus non avrebbe solo il potere di essere potente al suo esordio, ma avverrebbe un periodo in cui sarebbe dormiente per poi ripresentarsi, e tornare a colpire, dopo la somministrazione dei farmaci, che lo indebolirebbero ma non riuscirebbero a debellarlo.

Pertanto, questo avverrebbe, soprattutto, nella sua variante genitale, capace di colpire molte persone adulte, dedite nell’avere rapporti intimi non protetti e pertanto a rischio.

Il virus in questione, sarebbe così, in grado di replicarsi per almeno 3 volte, causando all’organismo e alla persona diversi problemi.