Maculopatia: cellule staminali per ridare la vista ai ciechi

a cura di Giovanna Manna
data pubblicazione 25 Gen 2012 alle ore 9:30am


Le cellule staminali ricavate da embrioni umani, possono rivelarsi utili nei casi di maculopatia. A dimostrarlo uno studio, secondo il quale esse potrebbero ridare la vista ai ciechi.

Pubblicato su Lancet da un gruppo di ricercatori americani, è il primo in assoluto condotto su esseri umani. Coinvolti nella sperimentazione, un paziente anziano e uno giovane, i quali presentavano entrambi, forme diverse di maculopatia che li avevano portati quasi alla totale cecità.

Ebbene, gli esperti hanno evinto che il primo era affetto di maculopatia senile, la quale colpisce in età adulta o avanzata, mentre il secondo dalla malattia di Stargardt, forma più diffusa di degenerazione maculare giovanile, diagnosticata tra i 10 e i 20 anni di età.

L’occhio, è un organo privilegiato per questo tipo di esperimento, non producendo una forte reazione immunitaria.

Così, dopo 4 mesi i trapianti delle staminali si sono rivelati sicuri ed entrambi i pazienti hanno riportato dei miglioramenti nella vista. L’obiettivo dei test successivi è ora quello di riuscire a curare i casi meno avanzati.