Sulle piste da sci calabresi va di moda il capriccino e il cioccaprino

a cura di Giovanna Manna
data pubblicazione 30 Gen 2012 alle ore 8:30am


Sulle piste da sci ormai spopolano il “capriccino” e il “cioccaprino“, ovvero due bevande calde a base di latte di capra.

Ad esserne felici, sono soprattutto coloro che non possono bere il cappuccino o la cioccolata tradizionale, in quanto fatti entrambi con il latte vaccino. Così un gruppo di agricoltori silani ha decido di realizzare queste due innovative e gustose bevande in via alternativa.

A renderlo noto è la Cia-Confederazione italiana agricoltori, che sottolinea come la corrente stagione sciistica calabrese sia arricchita di queste preziose bevande alimentari.

Sempre la Cia, si sofferma inoltre, sul fatto che nel nostro paese sono oltre 100 mila i bambini intolleranti al latte vaccino (ossia di mucca), e diverse centinaia di migliaia anche gli adulti.

Per questo, a loro è precluso il consumo al bar del tradizionale cappuccino o cioccolato, a meno che non si rivolgano a quegli esercizi provvisti di latte alternativo.

E’ nata dunque, questa nuova formula adatta anche per chi non ha intolleranze, ma vuole semplicemente assaporare qualcosa di diverso, avendo la bevanda oltre ad un gusto eccezionale anche una bella cremosità.