Da oggi, è possibile, presso il reparto di Otorinolaringoiatria del Policlinico Universitario di Bari, diretto dal Prof. Nicola Quaranta, curare l’ipertrofia adenotonsillare, in una stanza in cui le pareti, il soffitto e il pavimento sono interamente ricoperti da salgemma per garantire un ambiente ipoallergenico a bassa carica batterica nel quale il microclima possa mantenere un’umidità (40-60%) e una temperatura (18-24%) stabili.

Tramite questa sperimentazione che utilizza l”Aerosal‘, a secco si respirano delle piccole particelle di sale e iodio di dimensioni ideali per raggiungere le vie respiratorie.

Pertanto, in una seduta di 30 minuti si può godere degli stessi benefici che si avrebbero con 3 giorni di mare.

Tale studio, coordinato dal Prof. Matteo Gelardi, si concentra sull’ipertrofia adenotonsillare subostruente e le relative patologie correlate in età pediatrica. Per permettere ai piccoli pazienti di stare a proprio agio, presso il reparto di Otorinolaringoiatria è stata realizzata una vera “Clinica del sale“, uno spazio di circa 40 mq, che propone in modo innovativo una terapia coadiuvante concentrata sul gioco dall’inizio alla fine.

Ebbene, i dati che sono stati raccolti durante la sperimentazione, verranno presentati nel corso del prossimo congresso organizzato dalla Società Italiana di Otorinolaringologia e Chirurgia Cervico-Facciale (SIOeChCF) che si terrà a Bari dal 23 al 26 maggio 2012.

Inoltre, tra pochi giorni, partirà, presso l’Istituto Scientifico Universitario San Raffaele di Milano, un trial clinico sull’utilizzo dell’Aerosal su pazienti che soffrono di psoriasi, coordinato dal Primario dell’Unità di Dermatologia e Cosmetolgia dell’ospedale milanese, Santo Raffaele Mercuri.

Un pensiero su “A Bari l’ipertrofia adenotonsillare si cura con la “stanza del sale””
  1. mi piacerebbe sapere come accedere alla stanza del sale dato che ho un bambino di 3 anni con problemi di adenoidi e tonsille accertate da un primario e una forte allergia che non riusciamo a capire a cosa e sono costretta a dargli antistaminico tutti i giorni e ad usare nasonex ormai da mesi.In attesa di una risposta vi saluto Tiziana da bari

Rispondi a tiziana Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.