Il ministro della salute Renato Balduzzi, ha deciso di inviare i Carabinieri dei Nas nelle strutture ospedaliere di tutto il territorio nazionale, con lo scopo di controllare l’utilizzo non appropriato del ricorso al parto cesareo.

I Carabinieri, secondo quanto riportato da una nota del ministero, svolgeranno azioni di controllo a campione, acquisendo così fotocopia della cartella clinica e dalla documentazione ecografica della paziente, autenticata dalla Direzione sanitaria e dai file che contengono le copie elettroniche delle cartelle cliniche, cercheranno di capire se il parto cesareo era inevitabile.

Questa procedura, è partita, sulla base di una segnalazione dell’Agenas (Agenzia nazionale per i servizi sanitari regionali) in quanto in alcune Regioni i valori di ricorso al parto cesareo sono estremamente elevati, facendo sorgere, pertanto, l’ipotesi di una utilizzazione opportunistica dello stesso non basata su reali condizioni di salute della partoriente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.