Lo si può benissimo soprannominare il “re” del nulla. Ha portato avanti, nella prima serata, del Festival di Sanremo, un discorso senza logica, un senso preciso. E’ arrivato sul palco, nel mezzo di un video, con tanto di scene violente di bombardamenti e uccisioni di giovani, che subito, è partito all’attacco, toccando dai preti ai giornali cattolici come Avvenire e Famiglia Cristiana, passando poi per il critico del Corriere Aldo Grasso fino ad arrivare alla Consulta che ha bocciato il Referendum e alla dg Rai Lorenza Lei, che avrebbe allontanato Santoro.

Ha affermato che il popolo dovrebbe avere un potere sovrano, ma invece non comanda nulla. Duri i commenti del popolo di Facebook e Twitter. Tutti contro di lui.

I cantanti che si sono visti emarginati già nella prima serata del Festival, per un suo show durato oltre 38 minuti, affiancato anche da Morandi, Papaleo, Pupo ed infine da Elisabetta Canalis.

Non sono mancati, neppure i problemi con il sistema del televoto, tanto che alla fine nessuno è stato eliminato e tutti i cantanti dovranno esibirsi nuovamente questa sera. Disapprovazione anche da parte della giuria.

Un pensiero su “Sanremo 2012: Celentano attacca la Chiesa e i giornali di Famiglia Cristiana e Avvenire”
  1. Celentano è vecchio, per quelo che ha fatto e detto altro che 350.000 euro, meritava solo un cachet di 1.000 euro!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.