All’Ospedale Pellegrini di Napoli, è stato aperto un nuovo ambulatorio chiamato “Sos Protesi”, un servizio che nasce in seguito alla scoperta dell’impianto in molti stati, tra cui in Italia, di protesi Pip non a norma e pertanto pericolose per la salute, tra il 2001 e 2010, nonché, per azzerare le lunghe liste di attesa per sottoporsi ad ecografie o risonanze magnetiche.

Servizio questo, sponsorizzato anche da Alfredo Borriello, dirigente dell’Unità operativa di chirurgia plastica del nosocomio campano. Si tratta dunque, di uno strumento molto efficace, per tutte le donne che hanno questo problema, dando loro la possibilità di verificare lo stato di salute del proprio seno.

Secondo le disposizioni del ministero della Salute, in tutti gli ospedali pubblici dotati di un’unità di Chirurgia plastica le pazienti a cui sono state impiantate queste protesi, potranno beneficiare dell’espianto gratuito e, solo in alcuni casi (per chirurgia ricostruttiva), anche del reimpianto a carico del Sistema Sanitario Nazionale.

Inoltre, presso lo stesso ambulatorio, attivato all’ospedale Pellegrini di Napoli, il servizio sarà ancora più completo. Infatti, dopo una prima visita, le pazienti potranno essere sottoposte anche ad un’ecografia, pagando soltanto il ticket sanitario. Pertanto, anziché aspettare 30-40 giorni per l’erogazione del servizio, nel giro di 2 o al massimo 3 giorni, potranno sottoporsi all’esame richiesto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.