California: un pacemaker a bimba appena nata

a cura di Giovanna Manna
data pubblicazione 19 Feb 2012 alle ore 9:56am


Solo dopo 15 minuti dalla nascita, Jaya Maharaj, una bimba nata in California da genitori indiani, ha già battuto un record: ossia è la prima persona più piccola al mondo a ricevere un pacemaker.

L’operazione è stata eseguita con successo presso l’Università di Stanford lo scorso 22 novembre ma i dettagli dell’intervento sono stati svelati solo in questi giorni, in quanto si è voluto aspettare il decorso post-operatorio della neonata.

Jaya, che in lingua Hindi vuol dire “vittoriosa”, è affetta da un blocco congenito del cuore, patologia in cui il sistema immunitario della mamma attacca le fibre nervose che mandano gli impulsi del cuore.

Lo staff medico, ha deciso di farla nascere alla 31 esima settimana di gestazione, ovvero nove settimane prima del termine, quando pesava meno di 1 chilo e 600 grammi, e di operarla subito per impiantarle il pacemaker.

Al momento della nascita il battito era di appena 45 colpi al minuto, e quindi troppo basso rispetto ai 120 normali. Da qui, i medici hanno deciso di impiantare subito il pacemaker, caratterizzato da due differenti dispositivi che hanno portato ad otto punti di sutura sul cuore, grande appena come una noce.

Trascorse due ore, il cuore della piccola è tornato a livelli normali, e attualmente, sembra crescere regolarmente. C’è un però…Il dispositivo impiantato dovrà essere riposizionato ogni 10 anni e le sue batterie cambiate con una frequenza di 5 anni, ma la bimba dovrebbe riuscire ad avere comunque una vita normale.