Il sistema immunitario, sembra che riposi durante la notte. Infatti, nelle ore notturne, sarebbe meno attivo, facendo salire, pertanto, il rischio di contrarre infezioni e qualora queste, fossero già in atto, di aumentare addirittura il rischio di morte. Questo, perché, il riconoscimento dei patogeni avverrebbe più lentamente.

Ebbene, le difese del nostro organismo, sarebbero legate al ritmo circadiano, ossia quello che si scombussola con il jet lag. Ad arrivare a questa sensazionale scoperta, sarebbero stati i ricercatori della Yale University School of Medicine, il cui studio è stato poi pubblicato su Immunology.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.