Un team di scienziati, per la prima volta, è riuscito a trovare tracce di influenza anche nei pipistrelli, ma al momento, il rischio di contagio del virus per l’uomo non è ancora del tutto chiaro.

A fare tale scoperta, è stato Ruben Donis, direttore della Molecular Virology and Vaccines Branch del Center for Disease Control and Prevention statunitense.

I virus influenzali, presenti negli esseri umani, sono stati finora individuati negli uccelli e nei maiali. Questo nuovo virus, trovato nei pipistrelli, sarebbe particolarmente ‘irritabile. Secondo i ricercatori, se dovesse ibridarsi con le forme più comuni di influenza, potrebbe dar corso a una pandemia globale.

La ricerca in questione, è stata pubblicata sulla rivista Proceedings of Nati onal Academy of Sciences.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.