Trapianto rene: un’iniezione di staminali può bloccarne il rigetto

a cura di Giovanna Manna
data pubblicazione 10 Mar 2012 alle ore 9:59am


Con un’iniezione di cellule staminali eseguita subito dopo un trapianto di rene si può riuscire a bloccare il rigetto dell’organo impiantato.

Questo è quanto emerge da uno studio condotto dall’University of Louisville e del Northwestern Memorial Hospital di Chicago che è stato pubblicato su ‘Science Traslational Medicine‘.

Ebbene, con questa nuova tecnica, che è stata sperimentata con successo su 8 pazienti, si potrebbe eliminare così, la necessità, nei pazienti trapiantati, di assumere immunosoppressori a vita.

Infatti, questo sarebbe utile, perché i farmaci anti-rigetto sono efficaci ma aumentano il rischio di ipertensione, di diabete e di infezioni varie.