Lavoro: Fornero “è una riforma per mercato più dinamico e occupazione”

a cura di Giovanna Manna
data pubblicazione 25 Mar 2012 alle ore 9:27am


Il ministro Elsa Fornero, ha spiegato che la riforma del lavoro approvata dal governo è finalizzata a “rendere più dinamico il mercato italiano e ad aumentare strutturalmente l’occupazione”.

Nel corso del suo intervento che si è tenuto al forum di Confcommercio organizzato a Cernobbio, sul lago di Como, la Fornero, ha anche sottolineato che “nel 2013 sarà difficile” creare nuovi posti di lavoro, perché ”saremo ancora in crisi”.

Inoltre questa riforma, ha detto il ministro, punta a “migliorare la produttività dell’economia italiana. Il lavoro ‘usa e getta’ non puo’ essere produttivo”. Sottolineando poi che “Non c’è alcun motivo di creare tensioni sociali sul nuovo art.18, perché non sono stati calpestati i diritti”, aggiungendo tra l’altro che “Non può e non ha senso abolire l’articolo 18” – ha detto il ministro – “Una parte di questa norma andava rafforzata e cioè quella sui licenziamenti discriminatori e questo, nella riforma c’è”.

In ultimo ha spiegato che “Nel caso, invece di licenziamenti per motivazioni economiche non ci sarà il reintegro, ma un indennizzo relativamente alto”.