Rc auto: con la riforma del lavoro la metà degli italiani non potrà più detrarre il SSN

a cura di Giovanna Manna
data pubblicazione 17 Mag 2012 alle ore 2:28pm


Un italiano su due è a rischio di perdere la possibilità di poter dedurre dalla dichiarazione dei redditi il contributo per il SSN incluso nei premi Rc auto. Sembra, infatti, che su oltre 40 mila polizze che sono state emesse negli ultimi due mesi, più di 18 milioni di automobilisti potrebbero vedersi tolto il diritto di usufruire di una detrazione sul 730 a seguito dell’entrata in vigore della riforma del lavoro.

Questo, è quanto viene riportato oggi sul sito di comparazione Facile.it, secondo il quale con la modifica alla riforma, che è ora al vaglio del Senato, tutti i conducenti che pagano un assicurazione netta inferiore ai 381 euro non potranno ricevere alcun rimborso in fase di dichiarazione dei redditi.

E ad essere più colpiti da tale modifica, saranno i guidatori più bravi, ovvero quelli che pagano i premi più bassi. Dalla prossima dichiarazione dei redditi, pertanto, il 51% degli italiani non potrà avere detrazioni per il SSN incluso nel premio RC Auto.

Vi sembra giusto tutto questo?