Intervista all’attrice e conduttrice televisiva Emanuela Tittocchia

a cura di Giovanna Manna
data pubblicazione 24 Mag 2012 alle ore 7:18am


Tuttoperlei.it ha intervistato la bravissima e simpaticissima attrice di teatro e tv, nonché conduttrice televisiva italiana, Emanuela Tittocchia, chiedendole di parlare del suo percorso artistico e di rispondere ad alcune curiosità sui prossimi impegni lavorativi e non solo.

Emanuela Tittocchia ci ha raccontato di essere nata a Torino il 23 luglio del 1970. Di essersi laureata in Architettura al Politecnico di Torino con una tesi intitolata Struttura e significato dello spazio scenico: un allestimento teatrale a Pontremoli, della sua passione per la recitazione, che l’ha portata a conseguire il diploma presso la Scuola di Recitazione del Teatro Nuovo di Torino, diretta da Enza Giovine.

La bella Emanuela, ci ha poi parlato del suo lavoro svolto per molti anni nelle emittenti televisive del Piemonte, in diverse trasmissioni, servizi esterni, documentari vari, nonché delle tante esperienze conseguite come presentatrice di molti eventi, festival di cinema, rassegne di cabaret.

Ricordiamo allora che nel 2005-2006 Emanuela Tittocchia, è stata l’inviata di Voyager, una famosa trasmissione televisiva di Rai 2.
Ha recitato in fiction televisive, ottenendo molta visibilità grazie soprattutto alle soap opera Centovetrine ed Un posto al sole, dove, nella prima interpreta dal 2001 al 2003 il ruolo di Carmen Rigoni, ruolo che riveste di nuovo da febbraio del 2008 a tutt’oggi, mentre nella seconda l’abbiamo vista interpretare il ruolo di Ombretta Maltesi. Nel 2008 la Tittocchia, ha preso parte al reality show La talpa, uscita alla prima puntata. Nel 2009 ha curato la rubrica settimanale “Lettere sull’amore” all’interno della trasmissione Mattino 5. Nello stesso anno, ha partecipato al film tv Non smettere di sognare, per la regia di Roberto Burchielli.

E’ stata opinionista e ospite di diverse trasmissioni televisive tra cui: Italia sul 2 (Rai 2), Buona Domenica (Canale 5), Mattina in famiglia (Rai 2), Pomeriggio 5 (Canale 5), Domenica 5 (Canale 5).

A teatro ha recitato in: Che bell’idea! (1994); L’avaro (1995); Victims (1996); Non andare in giro tutta nuda (2000); La mamma buonanima della signora (2000); C’era una volta un re (2000); Arsenico e vecchi merletti (2000-2001); L’uomo che non poteva morire (2002); A piedi nudi nel parco (2002).

Emanuela ha fatto parte del cast dei seguenti film per la tv e soap: Baldini e Simoni Rai Due (1999); La giacca Torino Film Festival (2000); La Sindone – 24 ore, 14 ostaggi Rai Uno (2001); La memoria e il perdono Rai Uno (2001); CentoVetrine Canale 5 (2001-2003/2008-2009/2012); Nonni in pericolo e Consumatori in pericolo Rete 4 (2005-2006); Un posto al sole Rai Tre (2007-2008); Ho sposato uno sbirro Rai Uno (2008); Non smettere di sognare Canale 5 (2009-2010).

Ha partecipato alle seguenti trasmissioni televisive: La Sganasciata Sky 2005); Ragazzi c’è Voyager Rai Due (2005); Lettere sull’amore – rubrica all’interno di mattino 5 (2009-2010).

Ha condotto: Concerti di Natale (1999-2002); Cinema in diretta (2001); Cartoons (2002); I desideri presi per la coda (2003-2004); Dove ti porta il buonumore (2004); La sagra dell’uva (2004, 2005, 2007); Un cuore che sorride (2006); Premio internazionale La Calabria nel mondo (2006-2007); Un poeta e il sogno della sua poesia (2006-2008); e ha promosso diverse campagne pubblicitarie ricordiamo: PROMO SANREMO 2007, con Pippo Baudo; Poltrone & Poltrone; Mondial Casa; Global Relax; Forlip Lifting e Credial.

Abbiamo chiesto alla splendida Emanuela di svelarci alcune curiosità e lei ha risposto così alle seguenti domande:

Ami recitare più al teatro o in tv?

“Il teatro è e resterà il mio primo amore. C’è la possibilità di provare molto, di fare una vera ricerca del personaggio. In tv è tutto più veloce e c’è meno soddisfazione in questo. La soap mi piace perché si riesce a portare avanti un personaggio per tanto tempo, a trasformarlo piano piano quindi diventa stimolante e non ci si annoia. Poi la tv ti dà popolarità e ti porta alle persone che ricambiano con un grande affetto. Questo mi piace.
In tv mi piace soprattutto condurre un programma. Mi divertivo molto con la mia “Posta del cuore” a Mattino 5, ora con i miei servizi sui set delle fiction. Prima di approdare alla tv nazionale ho lavorato per molti anni nelle tv private, conducendo qualsiasi tipo di trasmissione. Molto divertente”
.

Ti piacerebbe lavorare nel cinema?

“Sì ma solo se mi dovesse piacere il film. Non amo molto questo cinema italiano, mentre amo la commedia italiana degli anni 50, 60… I grandi protagonisti di quel cinema. Oggi non trovo molto interessanti i temi trattati, le storie e gli attori”.

Qual’è il tuo regista preferito?

“Attualmente Paolo Virzì, nel passato tantissimi da Dino Risi a Mario Monicelli… quanto avrei voluto lavorare con loro!”.

E qual’è la tua attrice italiana preferita?

“Senza dubbio Monica Vitti, la più grande attrice italiana. Film comici, parti drammatiche. Lei è tutto e sa fare tutto. Innovativa per l’epoca e di grande profondità. In “Polvere di Stelle” con Alberto Sordi è fantastica, ma anche in molti altri lavori. Le auguro di stare meglio, so che da qualche anno non sta bene”.

Qual’è stata, l’esperienza per te più significativa?

“Difficile dirlo. Sono state tante le esperienze che mi hanno emozionato e fatto capire molte cose. Se devo sceglierne una ti dico la mia prima volta a Mediaset, avevo vent’anni ed ero lì per partecipare come cacciatrice a ”Il gioco delle coppie”, quasi un “Uomini e donne” ante litteram. Presentava il programma Corrado Tedeschi e si doveva scegliere tra tre pretendenti che stavano dietro un muro e che quindi non si conoscevano. Ero emozionatissima e mi sono innamorata della tv. Poi altri giochi, altre trasmissioni ma la prima resta nel cuore”

Come vivi il ruolo di Carmen Rigoni in Centovetrine e in cosa le somigli?

In "Centovetrine" nel ruolo di Carmen Rigoni

“Ormai dopo tanti anni Carmen fa parte di me. E’ molto solare, generosa, paziente, amica di tutti, sempre senza fidanzato… Un po’ mi somiglia. Io non ho la sua pazienza e la sua saggezza, ma nei modi e nel desiderio di dare e di far star bene le persone ci somigliamo. Io nella vita ogni tanto litigo con qualcuno, lei mai. In quanto a storie d’amore siamo lì… sprovviste di fidanzato tutte e due”.

Puoi anticiparci qualcosa suoi tuoi prossimi impegni lavorativi?

“Sì. Continuo con Centovetrine e continuo a lavorare a Mattino 5 e Pomeriggio 5 come inviata sui set delle fiction. Intervisto i miei colleghi e monto i servizi. E’ molto divertente e creativo. Poi conduco tantissimi eventi, sfilate, concorsi in giro per l’Italia e con la mia associazione “Luci dal cilindro” organizziamo rassegne e festival di qualunque genere. Per la prossima stagione ci sono dei progetti nuovi, ma niente di sicuro per ora, quindi non posso parlare aimé.”

Hai qualche sogno nel cassetto?

“Tanti, per fortuna. Per quanto riguarda il mio lavoro mi piacerebbe continuare a lavorare con passione e divertendomi come faccio ora. Mi piacerebbe avere un programma mio, anche piccolo ma scritto e condotto da me in una rete nazionale (saprei fare un buon lavoro dopo tutti questi anni). Se penso alla mia vita privata vorrei viaggiare tanto, vedere posti che non conosco, incontrare persone molto distanti da me, entrare in contatto con culture e tradizioni diverse dalle nostre. Io amo l’ Africa e un altro sogno è quello di poter fare qualcosa di utile per chi ha bisogno in quella terra meravigliosa. Ci stiamo lavorando…”.

Cosa ti colpisce di un uomo?

“L’onestà. Un uomo corretto, onesto soprattutto con se stesso che si conosce e non vuole mostrarsi per quello che non è. Che non ha bisogno di dimostrare niente a nessuno ma che sappia dare. Gentile e generoso nei sentimenti. Che si prenda cura di sé e si prenda cura degli altri”.

Credi nell’amore che dura per sempre?”

“Beh se dovessi trovare l’uomo che ti ho appena descritto forse si potrebbe fare. Ci credo. Ho l’esempio dei miei nonni. 65 anni insieme, mai andati a dormire senza prima darsi il bacio della buonanotte mano nella mano. Erano altri tempi, lo so, ma secondo me si può fare anche ora”.

Cosa di te ti piace e cosa no?

“Mi piacciono la mia intraprendenza, la perseveranza, la positività verso il prossimo. Cosa non amo? Ripeto sempre gli stessi errori e mi fisso certe volte sulle cose diventando pesante”.

Cosa ami fare nel tempo libero? Coltivi qualche passione in particolare?

“Mi riposo, leggo, guardo e riguardo i film del mio Totò, per rilassarmi ed entrare nel mio mondo. Vedo gli amici e appena posso corro al Santo Spirito a Roma, chiesa nella quale si venera il culto della Divina Misericordia, voluto da Giovanni Paolo II. Sono volontaria e lì c’è sempre da fare….”.

Che musica ascolti?

“Musica italiana in particolare con qualche eccezione. Seguo da sempre Claudio Baglioni artista che mi ha accompagnato da quando ero adolescente. Ho avuto la fortuna di conoscerlo coronando un sogno e avendo la conferma di aver amato e di amare una grande persona, oltre ad un grande artista”.

Un grazie di cuore da tutta la redazione di Tuttoperlei.it alla fantastica Emanuela Tittocchia, per averci concesso questa splendida intervista!