Per dimagrire servono anche i grassi

a cura di Giovanna Manna
data pubblicazione 28 Giu 2012 alle ore 11:42am


Le calorie non sono tutte uguali e dunque, non è vero che per dimagrire occorre eliminare i grassi. La ricetta migliore, per perdere peso, potrebbe essere riscritta in questo modo:

1. non serve eliminare i grassi (è al contrario questa è una scelta che fa rallentare il dimagrimento),
2. è molto più efficace sostituire i carboidrati raffinati con quelli integrali, e con verdure e legumi.

A smontare il dogma del ‘conto delle calorie’ alla base di tutte le diete, ci pensano i medici del Boston Childern’s Hospital, i quali, hanno condotto, un’importante studio pubblicato sul Journal of American Medical Association.

Tale ricerca ha confrontato tutti gli effetti delle tre diete più famose al mondo, mettendo quella a basso indice glicemico in testa per i migliori risultati.

Le diete esaminate sono state: la Atkins a basso contenuto di carboidrati (contiene infatti, il 10 %, mentre il 60% sono grassi e il 30% proteine), quella con pochi grassi (con 20% di grassi, 20% di proteine e 60% di carboidrati) e quella a basso indice glicemico (ovvero con il 40% di grassi e carboidrati non raffinati, e il 20% di proteine).

Ebbene, alla fine della ricerca, gli studiosi, hanno rilevato che proprio quest’ultima è la migliore in termini di perdita di peso e salute.

David Ludwig l’esperto a capo dello studio, nonché direttore del centro di prevenzione dell’obesità del Boston Childern’s Hospital, ha così spiegato che una caloria non è sempre una caloria e può incidere diversamente in relazione alla dieta scelta. Per questo lui e i colleghi, hanno indagato gli effetti delle diete nel lungo termine perché solo 1 persona su 6 riesce a mantenere il 10 % del peso forma nel lungo periodo.

Le altre, invece, riprendono tutti i chili persi. Questi scienziati, hanno confrontato 300 calorie di base per tutte le tre diete e visto che riescono ad innescare reazioni biologiche molto diverse. Se, infatti, si eliminano i grassi il dimagrimento rallenta, meglio dunque eliminare i carboidrati raffinati e lasciare i grassi ‘buoni’ abbinandoli a carboidrati integrali, verdure e legumi come indica la dieta a basso indice glicemico.