Scherma sempre più azzurra alle Olimpiadi

a cura di Lorenza Teti
data pubblicazione 03 Ago 2012 alle ore 11:51pm

L’Italia continua a dettare legge in quel di Londra conquistando medaglie grazie ai suoi campioni del fioretto e della sciabola. L’italrosa di Valentina Vezzali, Elisa Di Francisca, Arianna Errigo e Ilaria Salvatori, il Dream Team, si aggiudica, infatti, nella serata di giovedì, l’oro nel fioretto a squadre, battendo in finale la Russia per 45-31 al termine di un match che, francamente, non è mai stato davvero in discussione, con le azzurre davvero troppo superiori alle avversarie.

La Russia è inoltre sconfitta venerdì nella sciabola a squadre maschile nella lotta per il terzo posto dalla premiata ditta Aldo Montano, Diego Occhiuzzi, Luigi Tarantino e Luigi Samele. 45-40 è il risultato a favore dei nostri portacolori che si aggiudicano il bronzo, 12esima medaglia nell’avventura azzurra all’ombra del Big Ben.

Con il successo di giovedì, la nostra portabandiera, mamma Vezzali, entra nuovamente nella storia con sei ori olimpici, un argento e due bronzi, a cui si aggiungono i 13 ori mondiali, gli 11 europei e 78 successi in Coppa del mondo. Ma questi due giorni non vogliono  celebrare solamente la pur sempre grandissima Valentina. Sono il risultato del lavoro di squadra, maschile e femminile, che porta la scherma italiana ancora una volta nell’Olimpo sportivo. E c’è chi nel team azzurro già pensa ai Giochi del Brasile tra quattro anni. L’impressione, e la speranza, è che non sia finita qui. Touché.