Come mantenersi in forma durante le vacanze estive

a cura di Giovanna Manna
data pubblicazione 21 Ago 2012 alle ore 7:52am


Se si vuole avere al rientro dalle vacanze una perfetta forma fisica, basta davvero pochissimo sforzo.

E’ molto più facile, infatti, fare degli esercizi in vacanza e soprattutto al mare.

Se si vogliono bruciare le calorie, il mare può diventare una palestra ed offrire svariate opportunità facendoci sbizzarrire in esercizi facili e divertenti.

Meglio evitate dunque la sedentarietà soprattutto se ci accompagna durante la routine quotidiana di tutto l’anno. E’ dannoso, quindi, trascorrere tutta la giornata sdraiati sotto al sole, un po’ di movimento ed esercizio fisico non guasta mai!.

Sono davvero tanti gli esercizi da poter fare anche in spiaggia. Vediamo insieme quali sono e qual è il migliore per eseguirli, per ottenere dei risultati sorprendenti!.

Corsa, nuoto e camminate

Se ci si vuole concedere una bella corsetta, è bene approfittare del clima fresco, ovvero al mattino presto o verso il tramonto. Va bene anche una camminata a passo veloce sul bagnasciuga.

In entrambi i casi se lo si fa con costanza, si riesce a bruciare parecchie calorie. Anche il nuoto, se viene praticato in piscina o al mare è molto efficace per la nostra salute e la nostra linea.

Nuotare spesso, mentre si è in spiaggia, ha anche un’azione rassodante per i glutei e per combattere la cellulite.

Quando si è in vacanza, è indispensabile camminare molto. Lo si può fare iniziando con 10 minuti di camminata a passo normale, da intervallare a 15 minuti di aerobic-walking, camminata a passo sostenuto. Da preferire il percorso misto, che può essere tranquillamente quello sulla spiaggia, e alla fine della passeggiata, va benissimo passare poi a qualche esercizio per addominali e glutei, ma anche a delle flessioni e a qualche esercizio di rilassamento.

Ecco alcuni esercizi per le gambe e i glutei:

1. In spiaggia sono molto indicati gli slanci delle gambe in alternanza quelli in avanti, indietro e lateralmente, fatti per 10 volte.

2. Si può procedere poi, con gli squat tenendo i piedi all’altezza delle spalle e flettendo le ginocchia non oltre i 90 gradi.

E per le braccia?

Sono ottimi i piegamenti in appoggio al terreno o su di un muro con le mani all’altezza del petto, 10 ripetizioni per 2 serie (da aumentare successivamente) oppure si possono utilizzare dei pesi o 2 bottiglie d’acqua piene, facendo così delle flessioni del gomito sia con le braccia lungo i fianchi che con le braccia sollevate all’altezza del petto. Indicate anche le aperture laterali, fatte con 10 ripetizioni per braccio con ciascuna variante.