Claudio Baglioni “Ciao O’Scià”: dal 27 al 29 settembre 2012 Lampedusa – Spiaggia della Guitgia

a cura di Giovanna Manna
data pubblicazione 22 Ago 2012 alle ore 5:20pm


Dal 27 al 29 Settembre 2012, a Lampedusa, sulla spiaggia della Guitgia, Claudio Baglioni presenta “CiaO’Scia’”, una tre giorni di incontri e musica per festeggiare i dieci anni di O’scia’.

E’ la decima ed eccezionale edizione che si concluderà con incontri e grande musica dal vivo per celebrare i dieci anni di O’Scia’, la rassegna di arti e musica, ideata e realizzata da Claudio Baglioni e dalla Fondazione O’Scia’ dedicata al tema dell’integrazione culturale e all’immagine di una delle aree più affascinanti dell’intero Mediterraneo, ovvero l’arcipelago delle Pelagie.

CiaO’scia’ vuole essere un’edizione speciale, sia per intensità che per profondità, in quanto vuole far riflettere sul difficile momento che attraversa il nostro Paese, conferendo alla musica la sua capacità di ricaricare, nonché trasmettere energia e voglia di ripartire, lanciando un messaggio positivo di “rinascita e speranza per il futuro”.

Nel corso delle varie edizioni, grazie alla straordinaria partecipazione, in via del tutto gratuita, di oltre trecento grandi artisti italiani e stranieri, O’scia’ è diventata la rassegna artistica a sfondo sociale più importante d’Europa: una manifestazione di grande spessore umano ed artistico oltre che longeva.

E questa edizione, ha spiegato Baglioni, “CiaO’scia’ vuole essere il nostro modo di dire grazie. Grazie, innanzitutto, ai lampedusani, per aver dimostrato a tutto il mondo che attenzione agli altri e rispetto dipendono dai valori che portiamo dentro, più che da quello che succede intorno a noi;
grazie agli artisti che ci hanno regalato la loro sensibilità, la loro arte, i loro pensieri e la loro voce, per aver arricchito, con la loro musica, le nostre coscienze e contribuito a illuminare la strada che ci attende; grazie alle Istituzioni – locali, nazionali ed europee – che hanno creduto in O’scia’ e hanno sostenuto il nostro progetto, rivolgendo a questa terra e alla sua gente l’attenzione che avevano sempre meritato, ma che non erano mai riusciti ad ottenere; grazie ai media che hanno contribuito a diffondere il messaggio di O’scia’, aiutandoci a mostrare il vero volto delle Pelagie – isole straordinarie, anche se tra le più problematiche d’Europa – che, malgrado grandi difficoltà, sono riuscite a incarnare e a suggerire un nuovo modello di società: quello di una società aperta, integrata, solidale, umana.

“CiaO’scia’ – ha poi concluso Claudio Baglioni – sarà una grande festa in musica, nella quale parole, note, suoni, immagini, ricordi e riflessioni rappresenteranno la sintesi finale e il momento più alto di questi incredibili e irripetibili dieci anni trascorsi insieme.”