Le patate fritte in versione surgelata, perfette soprattutto per la praticità di cottura, sarebbero cancerogene.

Esse rappresentano un alimento che viene prima precotto e poi congelato e conservato in celle frigorifere, e pare che contenga degli elementi molto dannosi alla nostra salute e pericolosi al punto tale da poter provocare anche il cancro.

La sostanza cancerogena in esse contenuta è l’acrilamide, che rimarrebbe all’interno nelle patatine fritte anche dopo aver ultimato la fase di cottura.

Si tratta dunque, di un composto naturale presente spesso all’interno di cibi contenenti carboidrati (patate comprese) e che sembrerebbe che il processo di realizzazione di questi alimenti ne mantenga alti i livelli.

Il chimico Donald Mottram, autore di uno studio, sostiene appunto, che la doppia cottura delle patatine fritte surgelate possa provocare un rischio maggiore della formazione di questo elemento molto dannoso per il nostro fisico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.