Omicidio Scazzi: ex psicologa del carcere ritratta su Misseri

a cura di Giovanna Manna
data pubblicazione 11 Dic 2012 alle ore 6:07am


A Taranto in occasione della 31esima udienza del processo sull’omicidio di Avetrana di Sarah Scazzi, a parlare dinanzi ai giudici, questa volta è la ex psicologa del carcere pugliese Dora Chiloiro, citata come teste dalla difesa di Sabrina Misseri.

Ebbene, la deposizione della consulente, avvenuta dopo l’ultima fatta da Michele Misseri che si è ancora una volta accusato del delitto, è arrivata davvero inaspettata.

Sì, perché, la ex psicologa, ha ritrattato alcune delle sue parole dichiarando di essere stata “imprecisa” nell’udienza preliminare del 7 novembre 2011 quando disse di aver avuto dei colloqui in carcere con Michele Misseri e che questo aveva detto di essere il responsabile della morte della nipote Sarah.

Sono stata imprecisa perché dopo ho potuto controllare i miei registri interni. Quei colloqui erano solo degli ascolti, in cui Misseri esprimeva stati d’animo, sensazioni, non ha mai parlato del delitto“. Queste le parole della psicologa che ha ammesso di aver saputo dei diari e del memoriale di Misseri dalla figlia Sabrina Misseri.

Ebbene, tali imprecisioni mostrate durante la testimonianza all’udienza preliminare, sono costate a Dora Chiloiro un processo in cui è imputata di falsa testimonianza.