Come nel più classico dei film hanno segato le sbarre della cella e si sono calati con lenzuola i due detenuti albanesi evasi dal carcere di Parma.

“Stiamo acquisendo notizie precise su come siano potuti evadere due detenuti dal carcere di Parma, ma un dato è certo: mai come in quest’ultimo anno si sono contate numerose evasioni e sventati tentativi” ha detto il segretario generale del Sappe, Donato Capece.

Sappe sottolinea “la continua riduzione del personale di polizia penitenziaria: al momento mancano 7.500 unità a livello nazionale (650 solo in Emilia-Romagna), nei prossimi due anni ne perderemo altre 2.000 a causa dei tagli alla spesa pubblica, considerato che potremo assumere solo il 35% circa di coloro che andranno in pensione”. E, aggiunge Durante, anche “l’eccessivo sovraffollamento e la tendenza ad allentare le maglie della sicurezza fanno in modo che il carcere diventi sempre meno sicuro”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.