L’approvazione di quelli che sarebbero i nuovi criteri dell’Isee, per il nuovo riccometro, è stata rinviata al prossimo Consiglio dei ministri. Ad annunciarlo è l’Ansa al termine del Cdm di alcuni giorni fa.

Alcune fonti governative spiegano che si è preferito attendere la presenza di tutti i ministri, in particolare di Elsa Fornero.

Il Consiglio dei ministri, ha invece approvato su proposta del presidente del Consiglio, che regola e modifica il DPR n. 76 del 1998, il quale disciplina i criteri e le procedure per la utilizzazione della quota dell’8 per mille dell’Irpef devoluta alla gestione statale, destinata agli interventi straordinari per fame nel mondo, per calamità naturali, per assistenza ai rifugiati e per conservazione di beni culturali. Tali modifiche vogliono migliorare la disciplina dell’erogazione di detto contributo adeguandolo alle nuove normative e abbreviandone così sensibilmente i termini complessivi del procedimento.

La nuova disciplina risponde alle finalità di trasparenza e di contenimento della spesa pubblica; in particolare lo schema di regolamento introduce puntuali criteri di ripartizione tra le categorie a cui è destinato tale contributo e di distribuzione sul territorio. Prevede inoltre, l’esplicitazione di quelli che sono i parametri di valutazione, introducendo un attento monitoraggio e una rigorosa rendicontazione delle somme erogate.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.