Anna Karenina al cinema, tra film e teatro

a cura di Giovanna Manna
data pubblicazione 25 Feb 2013 alle ore 10:30am

E’ arrivato al cinema il 21 febbraio il nuovo adattamento di Anna Karenina di Tolstoj, capolavoro letterario che ha fatto sognare tante generazioni, per la tormentata storia d’amore tra la protagonista e il giovane Vronskij, interpretati da Keira Knightley e il nuovo volto del cinema Aaron Taylor-Johnson.

Trattasi di una versione sperimentale dell’opera originaria ed è firmata dal regista Joe Wright su sceneggiatura di Tom Stoppard. I due hanno deciso di ambientare le diverse scene del film all’interno di un medesimo luogo, ovvero un teatro, che appare a volte come un vero palcoscenico, altre volte un ippodromo di provincia, o una sala da ballo, ecc.

Una scelta che all’inizio può sembrare forzata ma che poi conquista dando perfettamente l’idea della società claustrofobica e chiusa rappresentata.

La storia è questa: Anna (Keira Knightley) è sposata con un alto funzionario governativo, Karenin (Jude Law), al quale ha dato un figlio; ma ad un certo punto, si innamora dell’affascinante ma superficiale conte Vronskij (Aaron Johnson), così non esita ad abbandonare il tetto coniugale dando scandalo, subendone pertanto dure conseguenze.