Elezioni regionali: a Maroni la Lombardia, a Zingaretti il Lazio e a Frattura il Molise

a cura di Giovanna Manna
data pubblicazione 27 Feb 2013 alle ore 9:14am


Gli scrutini per le elezioni regionali sono quasi terminati. Roberto Maroni si aggiudica la Lombardia con 4,6 punti di distacco da Umberto Ambrosoli, mentre Nicola Zingaretti sarà il presidente della Regione Lazio con oltre 11 punti su Francesco Storace (sono ancora 5 le sezioni da scrutinare), mentre in Molise Paolo Di Laura Frattura batte il suo avversario Michele Iorio, con un distacco di 18,9 punti.

L’ex ministro Maroni, ha avuto quasi 2 milioni e 460mila voti, ovvero il 42,8% delle preferenze, contro i 2 milioni e 195mila voti del candidato del centrosinistra, col il suo 38,2%.

La candidata del Movimento 5 stelle Silvana Carcano si aggiudica il 13,6%, mentre Gabriele Albertini non riesce ad andare oltre il 4,1%. Carlo Maria Pinardi di Fare per fermare il declino prende solo l’1,2%.

Con il 40,6% delle preferenze l’ex presidente della provincia di Roma riesce a spuntarla sull’ex governatore candidato del centrodestra, al 29,3%. Davide Barillari del Movimento 5 stelle si attesta invece al 20,2%, mentre l’avv. Giulia Bongiorno della Lista Civica prende solo il 4,7%. Alessandro Ruotolo di Rivoluzione civile riesce ad ottenere solo il 2,2% e Alessandra Baldassarri di Fare è sotto allo 0,6%.

In Molise il candidato Michele Iorio del centro destra ex governatore, prende il 25,8% delle preferenze, venendo così battuto dall’esponente della coalizione di centrosinistra Paolo Di Laura Frattura col 44,7% dei voti. Federico Antonio del M5S ottiene il 16,8%, mentre Massimo Romano l’11%, Antonio De Lellis l’ 1,1% e Camillo Colella lo 0,6%.