Trucco e parrucco dalla Milano Fashion Week 2013

a cura di Paola Pegolo
data pubblicazione 28 Feb 2013 alle ore 6:34am

Dalle sfilate non arrivano solo le tendenze per gli abiti e gli accessori, ma anche per le acconciature, i tagli ed i colori di capelli ed infine, non da meno, per il make-up. Si è appena conclusa la Settimana della Moda milanese, diamo un’occhiata alle idee per capelli e trucco da seguire per il prossimo inverno o anche da subito.

Le tendenze parlano di minimalismo e sobrietà. Il trucco è naturale: la pelle deve essere perfetta, cipriata. I contorni sia per le labbra che per gli occhi sono molto sfumati e non delineati da tratti decisi. Le labbra sono truccate da toni neutri o da rossetti in nuance antiche, come un rosso cupo. La palette degli occhi ha tonalità calde e scure. Si sceglie se mettere in risalto lo sguardo oppure la bocca.

 

Da Vogue Paris

 Dalla sfilata di Simonetta Ravizza. Capelli con la riga da una parte, molto lisci e tirati all’indietro per lasciare scoperto il viso; il make-up punta su un effetto smoky eyes ottenuto con i toni del nero, grigio e porpora e spicca su una base “nude”. (Foto in alto.)

Capelli in stile retrò, anni ’50-60, divisi dalla riga in mezzo e bombati in cima alla chioma, oppure raccolti non troppo stretti in uno chignon basso ed intrecciato, lasciato lento. Dolce & Gabbana impreziosiscono l’acconciatura con corone e croci bizantine. Noi possiamo utilizzare fermagli e mollette gioiello e ricreare lo stesso effetto.

Dagli anni ’70. Frangetta e chiome lunghissime, effetto naturale tra il liscio ed il mosso (Emilio Pucci). Dai ’50-60. Frangetta spettinata e foulard (Ermanno Scervino). Anni ’20-’30. Capelli non in primo piano, ma cappellini cloche ed orecchini in pendant (Emporio Armani).

Dagli anni ’40. Medie lunghezze, riga da una parte ed onde morbide, che terminano in un riccio vaporoso sulle punte;  molto diva del cinema alla Marlene Dietrich. (Bottega Veneta)