La comunità degli sciiti del Pakistan chiede ora l’intervento dell’esercito affinché sia protetta contro i gruppi militanti sunniti sospettati del grave attentato avvenuto domenica sera a Karachi, dove sono morte ben 45 persone e altre 150 sono rimaste ferite.

Così nel corso di una conferenza stampa, il leader religioso degli sciiti, Allama Nazir Abbas, ha chiesto anche il disarmo dei civili della metropoli, in quanto considerata come una delle città più pericolose di tutto il Pakistan.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.