Allarme Bankitalia: calano i prestiti a famiglie e a imprese

a cura di Giovanna Manna
data pubblicazione 08 Mar 2013 alle ore 1:28pm


Secondo i dati diffusi da Bankitalia, i prestiti a famiglie ed imprese sono scesi dell’ -1,6% su base annua rispetto al -0,9% di dicembre.

Inoltre i prestiti alle famiglie sono scesi dello 0,6% sui dodici mesi (-0,5 per cento a dicembre); mentre quelli alle aziende non finanziarie del 2,8% (-2,2 per cento a dicembre).

I tassi d’interesse sui prestiti alle società non finanziarie di importo inferiore a 1 milione di euro, sono scesi al 4,39% (4,43 nel mese precedente) mentre quelli che superano tale importo, sono diminuiti al 3,09 (3,15% a dicembre).

Al contrario, i tassi d’interesse sui finanziamenti erogati nel mese alle famiglie per l’acquisto della casa, sono rimasti invariati al 3,92%; e quelli sulle nuove erogazioni di credito al consumo sono invece passati dal 9,59 (rispetto al 9,08 di dicembre).

I tassi passivi sui depositi in essere sono diminuiti all’1,17% rispetto agli 1,25 di dicembre.

Ma non è tutto. Sì perché a gennaio 2013 il tasso di crescita sui dodici mesi dei depositi del settore privato è aumentato al 7,7% (rispetto al 7,0 di dicembre 2012.

Il tasso di crescita sui 12 mesi della raccolta obbligazionaria, che include le obbligazioni detenute dal sistema bancario, è sceso al 2,2 (4,8% nel mese precedente).

Infine il tasso di crescita sui 12 mesi delle sofferenze è aumentato al 17,5% (16,6% nel mese precedente).