La Emodieta per coloro che sono del gruppo sanguigno 0

a cura di Giovanna Manna
data pubblicazione 14 Mar 2013 alle ore 1:41pm


La dieta del gruppo sanguigno, detta anche emodieta, è stata ideata dal naturopata americano, Peter D’Adamo, che stabilì, dopo diverse ricerche e indagini, che le nostre esigenze alimentari dipendono anche dal nostro gruppo sanguigno.

Pertanto, a seconda del tipo di sangue che abbiamo, sia del gruppo 0, A, AB e B, ci sono alimenti più o meno adatti a noi. Vediamo, allora, quali sono i cibi che dovrebbero mangiare coloro che appartengono al gruppo sanguigno 0, e quali invece devono essere assunti con una certa moderazione.

Secondo il naturopata, per ogni gruppo sanguigno si può fare riferimento ad una fase della storia dell’uomo sulla terra. Del gruppo 0 fanno ad esempio parte coloro che discendono dai primi uomini, i quali erano nomadi e cacciatori. Al gruppo A invece, appartengono i pronipoti dei primi agricoltori; coloro che sono del gruppo B hanno il DNA in comune ad esempio con i pastori nomadi di origine asiatica mentre quelli del gruppo AB, il più recente ed eterogeneo, includerebbe tutti gli altri.

La dieta per le persone del gruppo 0 viste le origini, hanno come caratteristica fisica un metabolismo accelerato, buone capacità digestive ma un sistema immunitario un po’ fragile, che può esporle a rischio di sviluppare intolleranze alimentari come la celiachia, dato che i loro “progenitori” non conoscevano i cereali e i loro derivati.

Nello specifico, queste persone con gruppo sanguigno 0, dovrebbero mangiare i seguenti alimenti: carne di tutti i tipi (ma preferendo il pollame e la carne bianca, meno ricca di grassi saturi), poi uova, frutta, verdure ed ortaggi, pesce, in particolare, merluzzo, aringhe e salmone; mentre sarebbe opportuno un consumo limitato di pasta, pane e derivati, consumare meno latte e latticini ed alcuni tipi di legumi, come ad esempio i fagioli e le fave.