Camera ardente per Pietro Mennea: la leggenda dei 200 metri

a cura di Giovanna Manna
data pubblicazione 22 Mar 2013 alle ore 2:26pm


L’atletica azzurra ha perso ieri uno dei suoi più grandi protagonisti, Pietro Mennea, è morto all’età di 60 anni, ha tenuto nascosto la sua malattia.

Il feretro del fuoriclasse azzurro della velocità è giunto nelle prime ore di questa mattina alla Camera ardente allestita nella sede del Coni. Intorno alla salma, cuscini di fiori della presidenza della Repubblica, del presidente del Consiglio, del Comitato Olimpico Italiano, della Federatletica e del sindaco di Roma.

Il primo a rendergli omaggio è stato proprio il presidente del Coni, Giovanni Malagò, che ha abbracciato la moglie di Mennea, e salutato i suoi familiari. Tanti gli atleti italiani per l’ultimo saluto a questo grande campione.

Un grande e commosso applauso al giungere della salma. Particolarmente commosso anche Franco Carraro, membro del Cio, che non è riuscito a trattenere le lacrime.