marzo 26th, 2013

“Sherpa women”, Salewa in aiuto del Nepal

Pubblicato il 26 Mar 2013 alle 10:33pm

Cosa significa la parola sherpa? Il nome si riferisce alle origini di questo gruppo etnico mongolo-tibetano che, quasi 500 anni fa, si insediò nella regione dell’Everest in Nepal.

Gli sherpa, in origine agricoltori, allevatori e commercianti, sono diventati ben presto famosi per il loro ruolo nelle spedizioni e negli itinerari di trekking. Il turismo legato a queste attività risulta oggi la principale fonte di reddito per gli sherpa che lavorano tra le cime dell’Himalaya come accompagnatori, Sirdar (guide) o cuochi. All’interno della comunità, però, le donne, più o meno giovani, vivono una situazione di evidente svantaggio e disagio sociale, legato ad una mancanza di consapevolezza e causato molto spesso da tradizioni difficili da sradicare.

SALEWA pone al centro della propria filosofia le persone, sostenendo che ogni individuo debba avere la propria occasione. Mantenendo fede al suo credo, il marchio altoatesino ha dato il via ad una serie di iniziative, anticipate da un sopralluogo in Nepal, avvenuto nel 2011, fondamentale per toccare con mano la situazione specifica e instaurare i primi rapporti con la ONG “Empowering Women of Nepal”.

Da questo punto di partenza è nato poi il progetto di solidarietà “Sherpa Women”, che ha già permesso di raccogliere la somma di 30.000 Euro, pronta per essere donata. La denominazione dell’iniziativa, “Sherpa Women”, ha un carattere simbolico. Si è deciso infatti di utilizzare il nome sherpa perché in occidente questo ha connotazioni ben conosciute, ma l’aiuto sarà rivolto non solo alle donne della comunità, bensì a tutte quelle della parte orientale del Nepal.

Lo scopo dell’iniziativa è quello di consentire “all’altra metà del cielo nepalese” di trovare lavoro e guadagnarsi da vivere nel proprio territorio attraverso una formazione mirata nel settore del turismo e del trekking. Il periodo di abilitazione per l’attività che si sposa alla perfezione con le tradizioni del popolo sherpa, è di due anni.

“Questo tipo di formazione aiuta le donne a sviluppare una grande fiducia in loro stesse e consente, attraverso un’attività propria, di migliorare il proprio standard di vita – commenta Ruth Oberrauch, manager CSR SALEWA –, e da ciò ne conseguono aspetti positivi non solo per la donna in sé, ma per l’intero nucleo familiare. Il tutto, poi, lancia dei segnali positivi a lungo termine per tutta la comunità”.

SALEWA sostiene tale progetto con la donazione di 1 Euro per ogni articolo venduto della collezione Outdoor. Il brand altoatesino allargherà ulteriormente il proprio aiuto alla popolazione del Nepal, anche con un’iniziativa commerciale relativa all’abbigliamento outdoor non più utilizzato. Chi dona un capo che non utilizza più ma ancora in buone condizioni ,avrà diritto ad uno sconto di 10 Euro sull’acquisto di un prodotto SALEWA.

Per la gestione dei vestiti raccolti SALEWA ha scelto come partner l’associazione no profit – FWS (www.fws.de) che userà i capi in due diversi modi:

  • i capi indossabili verranno rivenduti a paesi in via di sviluppo a prezzi agevolati;
  • i capi non vendibili verranno ri-utilizzati per produrre materiali di isolamento;

Il ricavato dalla vendita di entrambe le azioni, a ottobre 2013, verrà devoluto da SALEWA all’associazione Sherpa Women – ONG Empowering Women of Nepal.

Per l’elenco dei rivenditori autorizzati SALEWA che aderiscono all’iniziativa, clicca sul link qui sotto: http://media.salewa.com/news/sherpa_woman/Liste_Sherpa_Handler.pdf

Aveda e Cesvi insieme per il “Mese della Terra”

Pubblicato il 26 Mar 2013 alle 4:38pm

3.700.000 euro a favore dei progetti dedicati all’acqua potabile. Questo l’obiettivo di Aveda per l’anno 2013 in occasione dell’ormai consueto Mese della Terra. Attiva fin dal 1999, Aveda ha raccolto più di 20 milioni di euro a supporto delle organizzazioni impegnate in cause ambientali destinando in particolare, dal 2007, 15 milioni di euro a centinaia di progetti di acqua potabile in sei continenti.

Un progetto ambizioso che vede Aveda impegnata da ben 14 anni e che quest’anno si arricchisce di un partner importante quale il Cesvi, ONG italiana presente in 26 Paesi in tutti i continenti con progetti di educazione ambientale e sviluppo sostenibile.

Per tutto il mese di aprile sarà possibile contribuire a questo progetto donando 2 euro per ogni servizio colore prenotato nei Saloni Aveda oppure recandosi nell’Aveda Education Center (via Turati 40 – Milano) nelle date prefissate (4 aprile, 10 aprile e 22 aprile) richiedendo agli hair stylist Aveda una seduta di taglio o piega a fronte di una piccola donazione.

Inoltre, quest’anno un grande personaggio del mondo del giornalismo e dello spettacolo sostiene il Mese della Terra: Cristina Parodi. Testimonial del Cesvi, Cristina Parodi è legata all’associazione da oltre 10 anni e ha sostenuto e collaborato a diversi progetti dell’organizzazione.

Grazie alla sua sensibilità, Cristina contribuirà a dare ancora più eco e forza alla mission che Aveda e Cesvi intendono perseguire, indossando una t-shirt autografata che afferma il suo impegno alla causa con un messaggio ben chiaro: “I love life I save water”.

La T-shirt autografata da Cristina Parodi sarà messa all’asta sul sito www.ebay.it nella pagina di Cesvionlus dal 22 aprile, Giornata Mondiale della Terra, al 28 aprile 2013. Ad aggiudicarsi l’oggetto sarà quindi il miglior offerente.

Aveda ha scelto di devolvere l’intero ricavato dell’anno 2013 al Cesvi, organizzazione che dal 1985 opera per supportare lo sviluppo economico e sociale delle popolazioni più vulnerabili con un approccio sostenibile e di lungo periodo, basato sul coinvolgimento delle comunità locali.

Con 80 sedi in tutto il mondo, 162 progetti attivi e il 93% dei fondi destinati direttamente ai progetti sul campo, il Cesvi, solo nel 2012, ha aiutato più di 3 milioni di persone in tutti i continenti. In particolare, ai progetti legati all’acqua e alla sicurezza alimentare il Cesvi ha dedicato nell’ultimo anno il 24% delle risorse complessivamente investite, costruendo pozzi, fonti idriche e promuovendo attività di educazione all’igiene in 11 Paesi tra Asia, Africa e America Latina.

I fondi raccolti con il Mese della Terra 2013 andranno a favore del progetto che Cesvi sta realizzando in Uganda dallo scorso maggio. L’intervento punta allo sviluppo economico in ambito agricolo della popolazione di Lango (Nord Uganda) con la costruzione di 15 nuovi pozzi e la ristrutturazione di 24 fonti idriche che favoriranno l’accesso all’acqua, minimizzando il tempo “perso” nel tentativo di raccogliere la stessa. Un intervento che potrà migliorare enormemente la qualità della vita della comunità beneficiaria.

L’impegno di Aveda, però, non finisce qui: dal 1 aprile e sino a tutto il mese di maggio, sarà possibile contribuire alla salvaguardia dell’acqua acquistando la candela Light the WayTM in edizione limitata e dall’aroma ispirato alle spezie del Madagscar, a base di oli essenziali di origine organica certificata tra cui vaniglia, cannella, ylang-ylang.

Il 100% del ricavato dalla vendita di questa candela sarà devoluto a Global Greengrants Fund, con cui Aveda ha riconfermato il proprio impegno per promuovere il suo approccio globale a favore della salvaguardia dell’ambiente nel mondo e delle persone che ci vivono.

Il packaging è costituito da vetro riciclato al 100% e da una confezione esterna in carta riciclata al 70% stampata esclusivamente con inchiostro di soia. La scatola della candela è decorata con disegni realizzati dagli studenti dell’Association School nell’Ampasimanjeva, un piccolo paese del Madagascar che ha ricevuto 2 donazioni dal Global Greengrants Fund per progetti idrici. I bambini, che prima utilizzavano acqua proveniente da fiumi sporchi e infettati dai coccodrilli, hanno creato disegni per dimostrare come la loro vita sia cambiata dopo la costruzione di una risorsa d’acqua sicura vicino a casa.

Prezzo al pubblico: 15,00 euro

Perugia: 24enne ucciso nella notte nella sua abitazione, ferita la ragazza che era con lui

Pubblicato il 26 Mar 2013 alle 10:20am

Un giovane perugino di 24 anni è stato ucciso questa notte con colpi di pistola, nella sua abitazione di Madonna Alta, a Perugia. Ferita invece, in modo meno grave, sempre colpi d’arma da fuoco, una ventenne che era con lui. Secondo una prima ricostruzione fatta dalla polizia, a sparare potrebbe essere stata una persona arrivata da fuori. (altro…)

Studenti ebrei contro Twitter per i messaggi razzisti

Pubblicato il 26 Mar 2013 alle 9:59am

L’Unione degli studenti ebrei francesi (Uejf) farà causa a Twitter per ben 38,5 milioni di euro, dopo che il social network si è rifiutato di fornire i nomi di alcuni utenti che avevano pubblicato messaggi razzisti ed anti-semiti. (altro…)

Ora legale 30-31 marzo 2013: domenica lancette avanti di 1 ora

Pubblicato il 26 Mar 2013 alle 9:05am

Nella notte tra sabato 30 e domenica 31 marzo che poi coincide anche con la Santa Pasqua, torna l’ora legale. Cosa occorre allora fare? Semplice, basta ricordarsi di spostare le lancette avanti di un’ora alle 2 di notte, momento in cui è previsto il passaggio. Molti telefoni cellulari e pc lo fanno in automatico. (altro…)

La grande Mina, compie oggi 73 anni

Pubblicato il 26 Mar 2013 alle 8:40am

La Tigre di Cremona compie oggi 73 anni. Mina Anna Mazzini, in arte “strong>Mina” è nata a Busto Arsizio il 25 marzo 1940, ed è divenuta famosa per la sua potentissima voce. Nella sua carriera ha coltivato successi dopo successi, diventando una delle cantanti più importanti del panorama musicale italiano. (altro…)

Karl Lagerfeld e Melissa: i primi modelli della loro collezione

Pubblicato il 26 Mar 2013 alle 8:21am

Ecco una delle capsule collection disegnata da Karl Lagerfeld per il brand brasiliano Melissa, famoso per la creazione di calzature in pvc, che saranno in vendita a partire da domani nei migliori store nelle più importanti città della moda come ad esempio: al Colette di Parigi, al Selfridges di Londra, al Bloomingdales di New York, al Restir di Tokyo, e al negozio 10 di Corso Como di Milano, e a partire da giugno, anche nel punto vendita monomarca di Melissa in via Tortona 12.

Ma intanto già nel sito ufficiale del brand sono stati anticipati i primi quattro modelli della nuova collezione. Il primo, si chiama Melissima e si tratta di una ballerina con doppi cinturini alla caviglia ed una palette di colori nero, grigio, burgundy, badge, e blu opaco.

Il secondo, Glam ed è sempre una ballerina ma che si differenzia dalla prima perché nella parte del collo del piede ha un’applicazione di tre sfere trasparenti ed è realizzata nei toni: bianco, nero, grigio, argento ed oro.

Gli altri due modelli, invece, sono caratterizzati dai tacchi, che non potevano certamente mancare. Ecco allora i modelli Incense e Ginga. Entrambi realizzati con base nera, solo che Incense è una scarpa decolleté con il tacco abbastanza doppio in cui è disegnato il cono di un gelato colorato con dei glitter sul lato posteriore del tallone; Ginga, invece, ha i colori tipici della terra brasiliana, con delle decorazioni in stile retrò e cinturino “alla bebé”.

In alto, l’immagine di una delle quattro capsule collection.

Rimini: la città più scelta per le festività Pasquali

Pubblicato il 26 Mar 2013 alle 8:01am

In Italia, sono in tanti, ma meno rispetto agli anni passati, che non rinunceranno alle proprie vacanze pasquali: Roma, Firenze, Venezia e Milano le mete più ricercate. Questi sono i primi dati diffusi dall’Osservatorio di trivago.it che sta monitorando il flusso delle ricerche alberghiere e il relativo indice di prezzo (tHPI) per le mete più gettonate per le prossime festività di Pasqua dai viaggiatori di tutta Europa. (altro…)