Pranzo Pasquale senza strage di agnelli

a cura di Giovanna Manna
data pubblicazione 28 Mar 2013 alle ore 6:31am


Sarebbero due famiglie italiane su dieci a festeggiare la Pasqua, quest’anno, senza mangiare agnelli o capretti. A renderlo noto è la Lav. Lega Antivivisezione, che rinnova il suo solito appello invitando dunque ad una Pasqua “cruelty free“, scegliendo di non portare in tavola carne, invitando a risparmiare la vita a circa 700.000 animali.

Questa, è infatti, la cifra, di bestiole macellate che ogni anno vengono uccise in occasione della Pasqua.

Per appoggiare tale iniziativa, è scesa in campo anche l’Animal Equality che si schiera a favore di una Pasqua senza crudeltà contro gli animali.

Per coloro che volessero optare per un menù vegetariano, la Lega Antivivisezione propone diverse ricette a base di ingredienti vegetali, che è possibile trovare sul sito www.cambiamenu.it.

Tra le varie proposte per il pranzo pasquale, elaborate in collaborazione con lo chef Simone Salvini, si può scegliere tra tartare di ceci piccanti con foglie di insalate amare, spaghetti integrali alla carbonara vegetale, seitan arrostito al tamari con insalata russa di asparagi, ecc. E per finire, come dolce, una gustosissima cheese cake di latte di cocco e nocciole con gelatina ai frutti di bosco.