Dopo l’invio da parte degli Usa di due bombardieri B-2 Stealth in Corea del Sud, la Corea del Nord minaccia nuovamente gli Stati Uniti.

A riferirlo è l’agenzia di stampa ufficiale Kcna, dicendo che il leader nordcoreano, Kim Jong Un, ha allertato le unità missilistiche “così da potere colpire in qualsiasi momento gli Stati Uniti, le loro basi militari nei teatri operativi dell’Oceano Pacifico, incluse quelle nelle isole Hawaii, nell’isola di Guam e nella Corea del Sud“.

Kim, sosterrebbe che le azioni degli Stati Uniti ora “vanno al di la’ della fase di minaccia e di ricatto” e il leader nordcoreano pensa che sia “arrivato il momento di fare i conti con gli imperialisti statunitensi“.

I due bombardieri Usa, aveva spiegato ieri il comando americano a Seul, sono stati mandati “per una missione di addestramento di lunga durata“. I bombardieri hanno una capacità nucleare ed hanno sganciato “munizioni inerti” su un campo di addestramento sudcoreano per dimostrare la vicinanza e l’impegno degli Usa “a difesa della Corea del Sud” e a difesa degli alleati nella regione pacifico-asiatica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.