Il trapianto di rene lo si può fare ora anche con un robot: in pratica, è già stato effettuato al Brotzu di Cagliari il primo intervento interamente automatizzato.

Il paziente è in ottime condizioni. Si tratta dunque di una vera novità finora applicata in pochi centri di eccellenza.

A Chicago, ad esempio, al Centro trapianti della Illinois University, Mauro Frongia, direttore della Struttura di urologia e trapianto di rene, ha appreso con l’equipe le più avanzate tecniche italiane. Il governatore Cappellacci ha annunciato che sarà conferita a Frongia l’onorificenza Sardus pater.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.