Amanda Knox non torna in Italia, è improcessabile

a cura di Giovanna Manna
data pubblicazione 02 Apr 2013 alle ore 8:30am


Il processo d’appello-bis sull’omicidio della giovane Meredith Kercher non intaccherà il futuro di Amanda Knox. A dirlo è Anne Bremner, legale che assiste la studentessa americana, tornata di recente, imputata insieme all’ex fidanzato Raffaele Sollecito dopo l’annullamento del precedente dibattimento da parte della Cassazione.

In America, la sentenza sarà irrilevante qui non si può essere processati due volte per la stessa accusa” ha spiegato Bremner.

L’estradizione della Knox, sarebbe rifiutata dagli Stati Uniti per questioni di leggi, a dirlo è sempre Bremner: “Se in Italia venisse fatta questa richiesta non ci sarebbe nessun giudice, con l’unica eccezione del Dipartimento di Stato, che permetterebbe l’estradizione di Amanda. Riconsegnarla agli italiani sarebbe semplicemente incostituzionale. Non è mai successo in precedenza che un cittadino della Confederazione sia stato lasciato partire per una carcerazione in un altro paese dopo essere stato assolto per un crimine. Può succedere in Italia. Qui no“.

Intanto, il libro di memorie di Amanda Knox “Waiting to be heard” verrà pubblicato a breve, nonostante l’annullamento dell’assoluzione per l’omicidio. A scriverlo è il Mirror online, ma verrà , però, modificato il capitolo sulla giustizia italiana (saranno tolte le critiche ai pm, ai giudici e alla polizia).

Verranno abbassati i toni, per evitare ritorsioni“, questo è quanto affermano i legali della ragazza americana.