Secondo uno studio le dimensioni maschili contano poco

a cura di Giovanna Manna
data pubblicazione 09 Apr 2013 alle ore 11:23am


Secondo uno studio, la dimensione del pene contano relativamente. A dirlo, è il biologo dell’università di Ottawa Brian Mautz, che ha analizzato alcune delle caratteristiche fisiche degli uomini, come la forma del corpo e l’altezza, insieme alle dimensioni dell’apparato genitale, tutte cose che secondo lui, che possono influenzare l’attrattiva esercitata dagli uomini sulle donne.

I ricercatori dell’Australian National University hanno condotto un accurato studio, raccogliendo le risposte di 105 donne australiane ed eterosessuali con un’età media di 26 anni, chiedendo loro di giudicare “l’attrattività” dei corpi di 53 diversi uomini a cui, attraverso un software di modifica delle immagini, venivano modificati dettagli come altezza, girovita e spalle. Ebbene, da qui, sono state mostrate loro le possibili varianti, in sette differenti combinazioni, fino ad ottenere 343 combinazioni di corpi maschili diverse.

Così, il modello di uomo preferito che è emerso, è sicuramente quello con le spalle larghe, alto e snello. Dai risultati ottenuti, questi studiosi hanno capito che esiste un’incisività diversa sulla capacità di attrarre le donne del corpo maschile per ogni singolo dettaglio, e che la forma del corpo incide all’80% sull’avvenenza, mentre le dimensioni del pene hanno solo un incidenza del 6%.