Bagnoli: sequestrate aree per disastro ambientale

a cura di Giovanna Manna
data pubblicazione 11 Apr 2013 alle ore 9:52am


I carabinieri del comando provinciale e del Noe di Napoli stanno eseguendo in queste ore, un provvedimento di sequestro preventivo relativamente ai siti degli ex complessi industriali di Italsider ed Eternit di Bagnoli.

Il sequestro è stato ordinato successivamente ad un’inchiesta condotta dalla Procura della Repubblica di Napoli-sezione reati contro la P.A. e reati in materia ambientale dal gip del tribunale di Napoli, in composizione collegiale.

Tale sequestro preventivo, come riporta una nota della Procura, ha come oggetto sia le aree già sottoposte a bonifica dalla ‘Bagnolifutura’ spa (certificate come bonificate dalla Provincia, in particolare Area Tematica 2-Parco dello Sport-Parco Urbano lotto I) sia parte di Area Tematica I Parco Urbano, su cui sono ancora in corso i lavori di bonifica, oltre all’intera area della cosiddetta ‘Colmata di Bagnoli’, non ancora bonificata.

Le indagini hanno evidenziato “l’omessa bonifica dei terreni, nonché sulla base di un confronto georeferenziato tra le condizioni del terreno pre e post bonifica eseguito da consulenti tecnici, e l’ ulteriore aggravamento dello stato di inquinamento dei terreni dell’area del complesso ex industriale rispetto alla condizione pre-bonifica“.

La Procura, sottolinea anche che “Con riferimento alla Area di Colmata si è accertata inoltre l’inefficacia del sistema di messa in sicurezza del sito della Colmata con conseguente immissione permanente in mare di sostanze inquinanti e pericolose per la salute“.