Colle, Berlusconi: “Se continua lo stallo meglio andare a votare a giugno”

a cura di Giovanna Manna
data pubblicazione 19 Apr 2013 alle ore 10:19am


Secondo il presidente del Pdl Silvio Berlusconi, ”se continua questo stallo è meglio andare al voto a giugno”.

Sull’elezione del Presidente della Repubblica ha infatti detto: “Angelino Alfano sta trattando per cercare di tenere fede al nostro impegno per Marini“. E tornando su un suo vecchio pallino, ha ribadito la sua volontà di modificare la Costituzione per far eleggere il Capo dello Stato direttamente dai cittadini.

Lo ha detto ieri in apertura del suo comizio a Udine. Berlusconi inoltre, ha anche invitato i suoi elettori a combattere contro l’astensionismo, sottolineando che ”Gli altri hanno un elettorato più irregimentato. Per questo è necessario mobilitarci e combattere l’astensionismo”.

Il Cavaliere, ha anche annunciato che il suo partito è salito dal 21 al 26%: e questo significa superare il Pd di almeno quattro punti. In effetti il Pd si dimostra ancora una volta non in grado di governare e ha una grave crisi interna.

Berlusconi ha parlato dunque in un comizio in sostegno del candidato del centrodestra Renzo Tondo, che domenica si gioca la poltrona di governatore del Friuli, in una piazza gremita di 3mila persone che lo ascoltavano con interesse, partecipazione, interagendo con lui con molto affetto.

Eppure, tra questi c’era un gruppo di contestatori che hanno urlato alcuni slogan a favore di Beppe Grillo e augurando all’ex premier un futuro dietro le sbarre dandogli anche del buffone. In rete circolano anche immagini, dalle quali si vedono che in piazza c’erano anche bandiere e sostenitori di Rifondazione Comunista.

Ma il leader del Pdl ai loro slogan ha risposto “Non avete rispetto per gli avversari“.