Enrico Letta, vicesegretario del Pd è stato scelto dal presidente della Repubblica per guidare il nuovo esecutivo. Dal Pdl arriva subito un avviso ai democratici da parte di Alfano: “E’ bene chiarire al Pd che per noi non ci sarà un nuovo caso Marini,non daremo il sostegno a uno di loro cui loro non daranno sostegno reale, visibile. Se si tratta di un governicchio qualsiasi, semibalneare, lo faccia chi vuole, ma noi non ci stiamo“.

Intanto Letta ha accettato l’incarico di premier con riserva. Il presidente Napolitano, dopo il discorso fatto dallo stesso Letta ha spiegato, il perché di tale scelta. Per il Capo dello Stato, sebbene sia giovane, Enrico Letta è la persona giusta, per aiutare il Paese ad uscire da questa situazione di stallo politica ed economica. Laureato in scienze politiche ha ricoperto incarichi politici importanti, ed ha una caratura a livello internazionale.

Così, dopo le consultazioni di ieri al Quirinale, tocca ora al vicesegretario del Partito democratico formare un governo di larghe intese. Letta, è stato preferito a Giuliano Amato, l’altro nome in lizza per la Presidenza del Consiglio. Giorgio Napolitano ha esortato tutte le forze politiche a collaborare tra loro per il bene del Paese.

Domani ci saranno le consultazioni, e venerdì forse è già possibile che possa esserci il nuovo Governo. Anche letta è giunto al Quirinale con la sua auto multifamiliare, in abiti semplici e con a bordo i seggiolini dei suoi bambini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.